Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Trekking del Dürer

Dal Klösterle di San Floriano alle Piramidi di Segonzano

 

Questo storico sentiero, coincidente in alcuni tratti con il sentiero europeo E5, unisce idealmente l’Alto Adige Südtirol e il Trentino, divisi dal Dossone di Cembra.  Ripercorrere l’itinerario seguito da Albrecht Dürer (Norimberga 1471 – 1528) quando, nel 1494, compì il suo celeberrimo viaggio in Italia; a testimonianza del passaggio del grande pittore rinascimentale per la Valle di Cembra, rimangono alcuni celebri acquerelli che ritraggono, tra gli altri, il castello di Segonzano e i Welsch Pirg (monti italiani).

L'itinerario proposto comprende la parte trentina del Dürerweg che parte da Salorno e raggiunge le Piramidi di Segonzano. Il tratto altoatesino inizia dal Klösterle di San Floriano e raggiunge Salorno passando per Laghetti di Egna (circa 10 km, livello facile; scopri di più: http://www.europaregion.info/it/duererweg.asp )


Itinerariotrentino: Pochi (Salorno) – passo del Sauch (915 m) – SF 409 Zise-Ponciach – sentiero della Lapide (1.100) - Dagan (1.170m) – baita Val Zorz (1.135) - lago Santo (1.208 m) – sentiero E5 – Capitello di S. Antonio (980 m) Cembra (980 m) – Cembra (677 m) – Faver (1.020 m) – castello di Segonzano (573 m) – Piramidi di Segonzano (604 m)

  • Lunghezza percorso: 20 km
  • Tempo di percorrenza: 5,30 h
  • Partenza: Pochi (Salorno)
  • Arrivo: Piramidi di terra di Segonzano
  • Grado di difficoltà: facile – brevi salite
  • Dislivello in salita: 400 m
  • Dislivello in discesa: 500 m
  • Punti di ristoro: lago Santo, Cembra, Faver, Segonzano
  • Da vedere: Roccolo del Sauch, chiesa di San Pietro in Cembra, lago Santo, castello di Segonzano, Piramidi di Segonzano
  • Informazioni: A.p.T. Piné Cembra tel. 0461 683110 – 0461 557028

Il percorso è bene segnalato e ricco di motivazioni culturali, etnografiche e linguistiche proprie di due mondi diversi.